Tatuaggi, i pericoli per la pelle


Tatuaggi. Quando si parla dei Tatuaggi si pensa sempre al rischio di malattie serie come l’epatite B. Ma se amiamo i tatuaggi e ci rivolgiamo ad un operatore cosciente, esperto e serio il pericolo e’ davvero minimo. Infatti questa malattia si trasmette solo se il tatuatore utilizza strumenti non sterilizzati e gia’ usati su una persona infetta. Piu’ concreta, invece, e’ l’eventualita’ di fenomeni di sensibilizzazione della pelle, con arrossamenti e vescicole.

Molto spesso queste reazioni sono di origne allergica, scatenate dai colori usati, soprattutto quelli rossi e gialli. I tatuaggi fatti sulla spiaggia sono disegni temporanei, ma spesso chi li esegue utilizza una sostanza, la parafenilendiammina, che viene aggiunta all’henné per aumentare la tonalita’ scura del tatuaggio stesso.

Questa sostanza e’ responsabile di una forma di allergia, che si manifesta con bruciore, prurito, eritema cutaneo e, nei casi piu’ seri, con shock anafilattico, una reazione acuta che richiede l’immediato ricovero in ospedale.

tatuaggi

Chiacchiere simili