Notte di San Lorenzo, appuntamento con le stelle


stelle cadenti

Notte di San Lorenzo, appuntamento con le stelle Nella notte di San Lorenzo, il 10 agosto la terra attraversa ogni anno una zona del cielo densa di sciami di meteoriti e fatalmente molti di essi penetrano nell’atmosfera ad altissima velocita’ e per l’attrito si incendiano producendo il fenomeno che ogni anno osserviamo in queste notti.

Infatti non sono propriamente stelle cadenti quelle che piovono, ma frammenti di roccia di piccole dimensioni.

Peraltro, sebbene la tradizione leghi le stelle cadenti al santo che mori sul patibolo di carbone ardenti, quest’anno il fenomeno dovrebbe avere il suo punto di maggior effetto nella notte del 12 agosto ed il ritardo sembra che sia da ascrivere alla leggera traslazione dell’asse terrestre.

Ma al di la’ del fenomeno strettamente astronomico, le lacrime di San Lorenzo, come vengono chiamate le stelle cadenti, hanno un fascino che trascende il fenomeno in se’ ed ha nel tempo assunto vari significati.

Ai giorni nostri poi si approfitta del fenomeno per organizzare ogni specie di evento, dalle serate grastronomiche a quelle culturali o a carattere spirituale.

Il modo migliore per poter osservare il fenomeno, compatibilmente con un cielo sereno, e’ quello di trovare un luogo possibilmente elevato e lontano da luci e riflessi e guardare verso Nord-Est.

La migliore dovrebbe essere, come detto, la notte del 12 agosto e….ricordarsi di esprimere un desiderio, se in quel momento si vede una stella cadente, si avverera’!

Chiacchiere simili