Michael Jackson, “This Is it” oggi esce in tutte le sale il film di Jacko


Ci siamo e’ arrivato il grande giorno, oggi esce “This Is It”  diretto a  Kenny Ortega il film documentario di Michael Jackson con le ultime prove che il re del pop stava preparando prima del suo tour, che purtroppo non e’ mai iniziato. Ieri c’e’ stata la premiere mondiale al Nokia Theatre di Los Angeles, tanti vip , amici e famigliari di Michael Jackson hanno assistito allo spettacolo da Will Smith, Elizabeth Taylor, Jennifer Lopez, Paris Hilton e i quattro fratelli Marlon, Tito, Jackie e Jermaine commentando positivamente il film. La Premiere simultanea avvenuta in 18 Paesi è stata vista da migliaia di fan,  il film segue l’uscita di “Michael Jackson’s This Is It” doppio cd antologico con grandi hit inedite e la poesia “Planet Earth“.

m.jackson

Chiacchiere simili

  • http://www.antiplagio.org Osservatorio Antiplagio

    OSSERVATORIO ANTIPLAGIO
    Comunicato stampa – http://www.antiplagio.org
    Osservatorio Antiplagio, blog di vigilanza sulla tv e sui media, denuncia che le notizie diffuse a fine settembre dalla Sony sulla prevendita dei biglietti del film “This is it”, che sarebbero andati a ruba in poche ore in tutto il mondo, non corrispondono al vero. Ancora oggi infatti, secondo giorno di programmazione, è possibile trovare, prenotare e acquistare i biglietti in molte sale italiane. Osservatorio Antiplagio ha fatto la prova con Cagliari, Milano e Roma, attraverso il sito ufficiale http://www.sonypictures.it/film/thisisittickets/biglietti.html, e non ha avuto alcuna difficoltà a scegliere il giorno, l’ora e addirittura il posto a sedere. Questa forma di sensazionalismo fa seguito alle notizie diffuse dalla AEG nella primavera scorsa, quando affermò che i biglietti delle prime date del tour di Michael Jackson erano esauriti e che quindi bisognava organizzarne altre, arrivando così a quei “famosi” 50 concerti, di cui lo stesso Michael Jackson non sarebbe stato informato. Chi garantisce che quella prevendita non fosse pilotata, così come è stata visibilmente pilotata la prevendita del film? Il fatto che gli acquirenti non abbiano chiesto il rimborso dei concerti non è una prova, perché spesso sono le case produttrici che comprano i biglietti in quantità, per poi rivenderli alle agenzie di bagarinaggio e mettere i fans dell’ultimora nelle condizioni di pagarli cinque o dieci volte di più. Questo malcostume, che è una vera e propria truffa nei confronti del pubblico e nei confronti dell’artista di turno, genera un’evasione fiscale consistente e una raccolta di fondi neri rilevante, su cui le autorità italiane e straniere dovrebbero indagare.
    Per Osservatorio Antiplagio
    prof. Giovanni Panunzio (fondatore)
    Cagliari, 29/10/09
    Info: tel. +39.338.8385999 – info@antiplagio.org