Istat, Italia rischio inflazione


istat euro

Istat, Italia rischio inflazione Secondo le stime dell’Istat l’indice dei prezzi al consumo ha registrato una nuova impennata +0,4% rispetto a giugno e +1,7% su base annua.

A questa dinamica contribuiscono in modo determinante i prezzi dei combustibili, Gasolio +13,2% e Gpl + 20,6%

Altri settori hanno registrato incrementi meno marcati, trasporti +4,6%

Nel complesso secondo gli esperti va tenuto sotto controllo la dinamica di aumento generalizzato che altrimenti potrebbe innescare un effetto inflattivo che finirebbe per vanificare gli sforzi che si stanno compiendo in direzione di una ripresa economica.

Chiacchiere simili