Francia: Rom continuano le espulsioni


rom france

Francia: Rom continuano le espulsioni Sarkozy intende andare avanti per la sua strada e quindi la Francia continua la procedura di rimpatrio dei Rom.

Sicuro di essere nel giusto e di rispettare le leggi comunitarie vuole espatriare tutti i rom irregolari, sia che provengano da Paesi UE sia che provengano da Paesi terzi.

Secondo la normativa comunitaria pur essendo sancito il diritto di libera circolazione e di stabilirsi in qualsiasi Paese aderente all’UE per i cittadini della comunita’, ma in ossequio alle deroghe consentite fino al 2014 ai Paesi ospitanti per i cittadini provenienti dai nuovi stati entrati, come Romania e Bulgaria, la Francia esige che dopo i tre mesi consentiti, per restare sul territorio francese gli immigrati debbano avere un lavoro o essere iscritti e frequentare un corso di studi oltre ad avere un’assicurazione sanitaria.

Per i lavoratori dipendenti occorre anche che tramite i datori di lavoro abbiano un apposito Permesso.

In assenza dei requisiti c’e’ l’espulsione consenziente o coatta. Nel primo caso ai rimpatriati viene elargito un ‘aiuto al ritorno umanitario’ di 300 euro per gli adulti e 100 per i minori.

Chiacchiere simili