Fabrizio Corona: ospite a Matrix


Fabrizio Corona ieri sera e’ stato ospite nella trasmissione Matrix condotta da Alessio Vinci.¬† All’inizio della puntata il conduttore chiede a Fabrizio Corona se a mente fredda ritiene ancora valido la sua frase “Mi vergogno di essere italiano” pronunciata appena terminata l’udienza che lo ha visto condannato a 3 anni e otto mesi di reclusione per estorsione e tentata estorsione per l’inchiesta soprannominata Vallettopoli.

La trasmissione ha avuto un decorso piuttosto turbolento anche per l’intervento di alcuni ospiti (Avv. Marco Eller Vainicher avvocato dell’agenzia PhotoMasi) che non hanno certo aiutato Corona a mantenere la calma. Durante una fase di battibecco, Corona ha anche dato un pugno ad un muro ferendosi la mano destra e ha dovuto essere soccorso e medicato per una sospetta frattura.

Durante la trasmissione lo stesso Vinci ha dovuto in piu’ di un’occasione alzare la voce per cercare di ristabilire la calma.

In effetti nonostante le accuse di ingiustizia e di mancanza di liberta’ di espressione in Italia, bisogna dire che Corona ha avuto la sua opportunita’ di dire le sue ragioni in merito alla condanna che lui ha gridato essere ingiusta e peraltro un’occasione coi fiocchi in una trasmissione molto seguita.

Il nodo di quello che Corona sostiene puo’ essere sintetizzato in un sentimento di isolamento e un po’ persecutorio nei suoi confronti in un’area in cui la legge peraltro non e’ molto chiara e dove esistono piu’ zone d’ombra.

Nonostante in Italia esista una ben dettagliata normativa sulla ‘Privacy’, non e’ prevista una specifica norma che limiti o al contrario estenda gli ambiti entro i quali tale liberta’ puo’ essere esercitata da parte dei fotografi.

Come funziona il mercato delle immagini in questo contesto? Il fotografo coglie un’immagine e la cede dietro compenso ad un’agenzia la quale a sua volta la propone alle testate giornalistiche.¬†¬† Ora il dilemma puo’ essere: ammesso che sia illecito utilizzare le immagini (che attengono alla sfera personale e quindi soggette a riservatezza) chi compie l’illecito? il fotografo, l’Agenzia o il giornale che le pubblica?

In sostanza Corona si lamenta che di fatto la legge se la sia presa solo con lui. Forse tutti i torti non li ha.

matrix corona

fabrizio corona canale5

fabrizio corona matrix

.

Chiacchiere simili

  • karla

    Definirlo una persona è un insulto al genere umano,trasuda squallore da tutti i pori compresi i tatuaggi !