Disturbi Alimentari, e’ allarme Anoressia e Bulimia


DISTURBI ALIMENTARI, E’ ALLARME ANORESSIA BULIMIA

In Italia si sta evidenziando un problema di non poco conto che coinvolge una fascia di popolazione importante. Si tratta dei disturbi alimentari, in particolare anoressia e bulimia che si manifestano ormai in eta’ precoce, addirittura prima dei 10 anni e che interessano anche la popolazione maschile over 40. Si tratta di un problema che sta assumendo contorni preoccupanti per la sua diffusione e per gli effetti permanenti che provoca sullo stato di salute delle persone e sovente anche sul loro equilibrio psichico.

E’ stato il tema di un incontro avvenuto nei giorni scorsi a Roma dove a Palazzo Chigi si sono ritrovati il Ministro delle Politiche Giovanili Giorgia Meloni ed il sottosegretario alla Salute Francesca Martini alla presenza di esperti del settore per approfondimenti sul tema e per la presentazione di un progetto per monitorare e arginare il problema.

Dai dati forniti risulta che tra gli adolescenti e’ salita notevolmente la percentuale di coloro che presentano sintomi di allarme: 21% nelle femmine e 15% dei ragazzi. Il problema assume ulteriore gravita’ ove si consideri che spesso le problematiche insorgono prima ancora che i giovani entrino nella gia’ di per se’ difficile fase della puberta’ dove si scontrano con altri fattori di rischio legati all’uso e abuso di alcoolici e droghe. Un mix decisamente letale.

Il Ministro Meloni ha sottolineato anche un altro fattore moltiplicatore costituito dalla crescente diffusione di siti a favore della anoressia e della bulimia – in un anno ne sarebbero nati oltre 170! – spesso rivolti ad una fascia di eta’ giovanile e che forniscono tra l’altro consigli su come perdere peso tenendo all’oscuro i genitori.

E’ superfluo sottolineare la pericolosita’ che tali situazioni rivestono data anche la particolare influenzabilita’ degli utenti.

Ulteriore elemento che desta preoccupazione e’ dato dall’allargamento di una pratica diffusa tra le giovani americane e che purtroppo sembra che stia prendendo piede anche da noi: si tratta di un totale digiuno nelle 24 o 36 ore precedenti, per poi sballarsi senza rischio di metter su chili. Questa pratica e’ nota come Drunkanoressia e non necessita di commenti data la sua evidente pericolosita’!

Per finire, un dato allarmante che da solo esprime le dimensioni del problema: in Italia anoressia e bulimia sono la prima causa di morte per malattia tra le giovani tra 12 e 25 anni!

disturbi alimentari anoressia bulimia

Chiacchiere simili

  • franco sensi

    E cosi grazie a questa importantissima notizia si prova ad inculcare nella testa delle persone per bene e NORMALI, che internet è qualcosa di negativo.. per fortuna IO non ci caschero. INTERNET DEVE ESSERE LIBERA, se volete dare la colpa a qualcuno, datela prima di tutto a voi stessi “giornalisti” che invece di allarmare potreste diffondere utili notizie, per lo meno su di una corretta alimentazione (magari evitando brand di cui facciate anche la pubblicità, ma questa la vedo piu difficile della seconda possibilità). In secondo luogo, se i genitori non sanno educare i propri figli, spero che non ci metta la mano lo stato anche su quel poco che ci resta.
    Saluti distinti
    un “libero” (purtroppo solo pensatore).