Abbronzarsi sulla neve, scegli la giusta protezione


Settimana bianca o week-end sulla neve? Ricorda di proteggere la pelle in montagna l’aggressivita’ del sole cresce con l’altezza. Oltre quota 3000 metri, i raggi ultravioletti (UV) aumentano del 50% e la neve e il ghiaccio ne riflettono l’80%, contro il 18% della sabbia o il 22 dell’ acqua.

In pratica, in montagna i raggi UV che colpiscono la pelle sono quasi il doppio di quelli che la raggiungono in citta’. Per questo la protezione e’ essenziale. Se la pelle e’ fragile e chiara, meglio scegliere un prodotto con almeno un indice SPF 20 (Sun Protection Factor fattore protezione solare dai raggi ultravioletti di tipo B, cioe’, UVB) per pelli normali puo’ bastare un SPF 15 che e’ in grado di blocccare il 93% delle radiazioni, causa di scottature macchie scure e rughe superficiali.

Verifica che sul prodotto solare sia indicata anche la protezione dagli UVA, gli altri raggi solari ultravioletti che causano danni in profondita’ e determinano l’invecchiamento precoce della pelle.

Importante proteggere che gli occhi con occhiali da sole di qualita’ certificati dal marchio CE, e non dimenticare una buona protezione per le labbra. Dopo una giornata sulla neve meglio idratare il viso con creme doposole o idratanti molto ricche.

abbronzatura e protezione

Chiacchiere simili